La Ternana ha manifestato la sua disponibilità a presentare domanda di ripescaggio accompagnata da un assegno circolare di 700.000 euro ed una fidejussione di 300.000 e per questo, con ogni probabilità, non farà grossi movimenti di mercato fino alla metà di luglio, quando il Consiglio Federale si pronuncerà sui casi di Bari e Cesena che rischiano seriamente di non potersi iscrivere al prossimo campionato cadetto. La società rossoverde è al primo posto nella speciale graduatoria.