Quali effetti giuridici potrebbero subire calciatori o club se il campionato si interrompesse di nuovo per il contagio da coronavirus? È uno dei tre quesiti per la Figc che 8 club su 20, contrari alla ripresa, hanno sollevato alla vigilia dell’assemblea della Lega Serie A, che si terrà domani.

“L’assunzione del rischio di un fatto non più imprevedibile potrebbe ricadere sul club che si è assunto il rischio di prosecuzione pur in presenza di un rischio incalcolabile”, si legge nel documento come riporta gazzetta.it. A quanto si apprende, dopo il Consiglio che si è riunito nel pomeriggio, la Lega sta preparando un documento tecnico unitario.

I club contrari la ripresa del campionato sarebbero Parma, Spal, Brescia, Torino, Sampdoria, Udinese, Genoa e Cagliari. L’assemblea di Lega di domani ci dirà che tipo di riscontri troveranno le rivendicazioni delle 8 società che dicono no alla ripresa.