La Lazio è la squadra che ha corso di più (111.269km), davanti a Hellas Verona (110.938km) e Sampdoria (110.576km). A livello individuale è il centrocampista blucerchiato Thorsby ad aver percorso più chilometri di tutti (12.483), seguito da Barella (12.482km) e Ricci (11.905km).

Il centrocampista del Crotone Pedro Pereira ha compiuto l’accelerazione più forte raggiungendo la soglia di 34.74km/h, secondo Hakimi (34.36), terzo Osimhen (34.3).

Le altre statistiche sui singoli evidenziano le prestazioni di Osimhen e Ebrima Colley, i più precisi davanti alla porta con 5 conclusioni nello specchio, mentre il difensore Federico Ceccherini ha recuperato più palloni di tutti (16) e Mattia Perin ha realizzato 12 parate decisive.

Alvaro Morata è l’unico calciatore ad aver colpito un palo, Mkhitaryan ha servito due assist ai compagni nel match vinto 5-2 contro il Benevento, Osimhen – Calhanoglu – Nandez hanno subito più falli (5 a testa) e il centrocampista dello Spezia Ricci ha tentato la verticalizzazione in 46 occasioni.

Il Sassuolo è la squadra che ha tirato più volte (23) con il suo centrocampista Djuricic autore di 4 tocchi chiave; sulla 3/4 di campo Inter e Lazio hanno totalizzato 103 passaggi riusciti a testa, mentre la Juventus ha realizzato 15 dribbling.

Il Torino ha collezionato più tocchi riusciti (465), precedendo Juventus (451) e Parma (449). A livello individuale è il difensore granata Lyanco ad aver effettuato il maggior numero di scambi positivi (80), davanti a Lovato – Ricci – Nkoulou (72).

Dopo quattro giornate l’Atalanta vanta il miglior attacco (14 reti con 62 tiri effettuati – media gol 3.5), mentre le migliori difese (una rete subita) sono quelle di Milan e Hellas Verona. Fonte: legaseriea.it