Le società potranno monitorare il comportamento dei propri tifosi sui social network e prendere provvedimenti nei confronti di coloro che si distingueranno in negativo. Occhio dunque a minacce, insulti e offese che sul web dilagano senza soluzione di continuità: ora potrebbero costare carissimo – si legge sul Corriere dello Sport – Attraverso il lavoro del Supporter Liason Officer (figura professionale introdotta dalla UEFA che ha come compito principale quello di sensibilizzare i tifosi verso i sani valori dello sport), ogni club potrà richiamare semplicemente un tifoso o addirittura negargli l’emissione del biglietto per lo stadio o bloccargli l’abbonamento. L’entità della sanzione dipenderà dalla gravità degli insulti. L’obiettivo è quello di combattere la violenza nel mondo del calcio anche sul web e non solo negli stadi, ma c’è già chi teme che il Daspo digitale diventi uno strumento di censura.