”Bigon voleva portare Claudio già a Napoli, dove io mi recai personalmente con l’agente di allora per trattare. Poi quando il direttore è passato all’Hellas Verona, ha deciso di portare anche “noi” in gialloblù, una scelta che abbiamo subito condiviso perché il sogno di Claudio è sempre stato quello di giocare e di affermarsi in Italia. Perché non gioca? Bella domanda. Lui a Verona si trova molto bene, non ha intenzione di andare via e spera di essere riscattato dalla società veronese. Sta lavorando duramente per farsi trovare pronto quando l’allenatore gli darà la possibilità di dimostrare le sue qualità – ha raccontato Sergio Winck a HELLAS LIVE – Claudio con l’Internacional ha giocato 43 partite segnando 9 reti, un giocatore capace di agire sia come esterno basso che alto. Con Mandorlini non ha mai trovato spazio, mentre con Delneri, alla prima in gialloblù, ha trovato subito la via del gol in coppa contro il Pavia e poi ha giocato uno spezzone di gara a Napoli. Se Claudio può lasciare Verona in questa sessione di mercato? La volontà di mio figlio è quella di rimanere all’Hellas”. Queste le parole di Sergio Winck, padre e agente del difensore brasiliano dell’Hellas Verona.