Tra costi diretti, indiretti e presunti, tra spese e mancati guadagni, l’Hellas Verona di Maurizio Setti rischia di perdere 10 milioni di euro nel caso in cui non ripartisse il campionato di Serie A. Come sottolinea il Corriere di Verona, il club gialloblù fattura circa 50 milioni di euro e l’ultima trance di SKY, DAZN e IMG, coprirebbe poco meno del 10% dell’ammontare totale del volume d’affari prodotto. Una manna dal cielo le plusvalenze (circa 30 milioni di euro, ndr) ottenute dalle cessioni, a gennaio, di Amrabat alla Fiorentina e di Rrahmani al Napoli. Intanto sono 35 i dipendenti della società scaligera, da aprile, in cassa integrazione, mentre il costo di squadra e staff a Peschiera, dal momento della ripresa degli allenamenti, sarà tra i 100 ed i 120.000 euro.