Quarto incontro formativo per la Scuola Calcio Elite dell’Hellas Verona che, dopo aver parlato negli scorsi mesi di alimentazione e pedagogia, questa sera si è concentrata sui fondamentali del calcio. Un argomento molto comune in tutte le scuole calcio, ma di cui si discute molto poco a mente fredda, imparando le implicazioni caratteriali che comporta per la crescita di giovane atleta allenare il dribbling e la situazione di uno contro uno. Proprio su questo particolare aspetto del calcio si sono soffermati i due relatori d’eccezione: Rita Guarino (CT della Nazionale Italiana Femminile U17) e Paolo Vanoli (assistente tecnico di Giampiero Ventura in Nazionale maggiore, oltre che ex calciatore del Verona). Nel dribbling si concentrano risvolti psicologici, condizionali e tattici che spesso vengono purtroppo messi in secondo piano dagli allenatori giovanili, e che invece andrebbero coltivati. Tutto questo in Sala Lucchi, a due passi dal Bentegodi, davanti a una folta platea formata anche dalle ragazze e dallo staff del Verona Calcio Femminile, oltre ai tanti rappresentanti delle società affiliate al club gialloblù.

Questo il commento del moderatore del dibattito e Responsabile della Scuola Calcio dell’Hellas Verona, Zaccaria Tommasi: “Abbiamo qui stasera due ospiti importanti come Vanoli e Guarino perché tutti i presenti, soprattutto gli allenatori, vedano l’importanza di tornare a educare i giovani sull’uno contro uno. Questa situazione di gioco viene spesso sacrificata in nome del risultato, del ‘gioco semplice’ mentre, come ci dice Rita, sviluppa in modo eccezionale la mentalità e la sensibilità. Abbiamo visto anche veri e propri esempi di esercizi da fare in allenamento, che speriamo siano utili per i nostri tecnici”. fonte: hellasverona.it