“Sono sempre stato abbonato in curva, voglio continuare ad andarci. Vorrei trasferire la normalità alla città. Così come vado a fare la spesa, voglio ancora andare allo stadio da cittadino e da tifoso. Non cambia la mia vita nella maniera più assoluta e sono orgoglioso di essere veronese – ha dichiarato a La Gazzetta dello Sport, il nuovo sindaco di Verona, Federico Sboarina – Il Chievo sono andato a vederlo solo da assessore, ma andrò e non ci saranno problemi. Amo lo sport, tutto. Credo che in questa città ci sia tanto da fare per lo sport. Sceglierò un assessore competente in materia, stessa cosa vorrei fare con gli altri assessorati e ho un sogno: far ripassare il Giro d’Italia da Verona. Setti? Non ci conosciamo bene perché lui ha acquistato il club dopo che avevo smesso di fare l’assessore. La squadra? Credo ci sia parecchio da fare. In questo periodo ho seguito meno, ma tutto mi sembra abbastanza fermo. Ci vogliono dei buoni innesti per fare un campionato che non ci faccia soffrire. Finora l’unica cosa che ho notato è che è andato via Luca Toni”.