Primi minuti di studio fra le due squadre, con l’Hellas che cerca un pressing organico sulla squadra avversaria. Verso il 10′ il San Marino prova a sfruttare una serie di piazzati, da cui Durante e compagni si difendono senza affanni, mentre al quarto d’ora è Santi a tentare la prima conclusione da fuori del match, andando però larga alla sinistra di Ciccioli. Al 18′, a scuotere una gara complessivamente abbastanza lenta e parca di occasioni in avvio, arriva un pericoloso tiro di Landa che, sfruttando un’indecisione di Mella, prova a concludere ma va di poco sopra la traversa. Da qui in avanti le squadre si sbottonano, iniziando a mostrare combinazioni pericolose. Al 27′ è ancora il San Marino a impegnarsi in tre rapide occasioni, senza però impegnare Durante. Due minuti più tardi arriva il gol che sblocca l’incontro, lo segna Elena Nichele per il Verona: palla in profondità per la 19 gialloblù, che controlla bene e lascia partire un destro da fuori che Ciccioli può solo pizzicare con la mano. È 0-1 per l’Hellas. Le padroni di casa alzano il baricentro, con l’Hellas in contenimento: le sammarinesi ritentano le combinazioni che precedentemente le avevano rese pericolose (arrivando alla conclusione da fuori, ancora con Landa, al 40′), mentre il Verona sonda il terreno per eventuali ripartenze.

Il Verona, in risposta a quanto visto dal San Marino nei primi 45′, inizia forte nella ripresa, cercando già nei primissimi minuti interessanti combinazioni per andare al tiro. Le padroni di casa reagiscono, la partita non diventa di conseguenza più vivace dal punto di vista delle occasioni, ma certamente ne beneficia in termini di ritmo e velocità. Al 55′ l’Hellas ha la grande occasione per raddoppiare: Nichele imbuca per Bragonzi che, a tu per tu con Ciccioli, riesce a dribblare il portiere ma sbaglia a pochi metri dalla porta. Le sammarinesi si scuotono e, attorno al quarto d’ora, tornano ad affacciarsi davanti in tre occasioni, sfruttando le più brillanti e neoentrate Rigaglia e Muya. Minuto 19′: le gialloblù combinano sulla destra, il pallone finisce centralmente a Santi che vede subito il movimento di Sardu, sventagliata in area per la numero 7 che punisce di piatto e fa 0-2 per il Verona. Alla mezzora l’Hellas va a un passo dal chiudere definitivamente il match: pallone che si impenna e tentativo di conclusione di Sardu da fuori, al volo, ma la palla strozzata diventa velocemente buona per Marchiori che devia a botta sicura trovando la respinta di Ciccioli. Negli ultimi dieci minuti le padrone di casa provano a riversarsi in avanti, con l’Hellas che dunque fa affidamento sulla profondità e sulla corsa delle sue inesauribili interpreti.

SAN MARINO-HELLAS VERONA 0-2

Marcatrice: 29′ pt Nichele, 19′ st Sardu

San Marino: Ciccioli; Montalti, De Sanctis, Micciarelli (dall’11’ st Muya), Menin (dal 20′ st Baldini), Brambilla, Musolino (dall’11’ st Rigaglia), Chandarana (dal 20′ st Corazzi), Kunisawa, Barbieri, Landa (dal 26′ st Vecchione). A disp.: Salvi, Nozzi, Venturini, Costantini. All.: Vagnini

Hellas Verona: Durante; Ledri, Solow, Meneghini, Sardu, Bragonzi (dal 23′ st Marchiori), Mella, Jelencic, Nichele, Santi (dal 41′ st Susanna), Ambrosi. A disp.: Gritti, Perin, Colombo, Oliva, Motta, Mancuso, Zoppi. All.: Pachera
Arbitro: Maria Sole Ferrieri Caputi (Sez. AIA Livorno)
Assistenti: Veronica Vettorel (Sez. AIA Latina), Lucia Abruzzese (Sez. AIA Foggia)
NOTE. Ammonita: Santi. Fonte: hellasveronawomen.it