“A chi assomiglia oggi Sacchetti? Qualcosa ma poco ha quel ragazzo svedese, Gustafson, anche se lui fa il regista. Diciamo che a me piace come fa girar la squadra e come interpreta il ruolo da centrocampista. Poi conosco Di Carmine e Pazzini, due che avverrebbero giocato anche ai miei tempi – ha dichiarato Gigi Sacchetti a l’arena – Loro sarebbero devastanti insieme. Un peccato che abbiano, credo di non sbagliarmi, giocato soltanto a Brescia. Poi in Serie B fanno la differenza. Però sono felice che il Verona si sia ripreso e bene. Non importa chi gioca ma il bene della squadra. A gennaio il club ha operato bene e l’allenatore forse ci ha messo un po’ a capire certe cose. Nel calcio non bisogna mai mettere in discussione certi giocatori. Se il Verona andrà in Serie A? Può farcela. Sabato intanto batterà l’Ascoli. Può inserirsi tra Palermo e Brescia. E nel caso ci sono pure i playoff”.