“Da tre giorni abbiamo ripreso gli allenamenti in piccoli gruppi rispettando tutti i protocolli sanitari. Riprendere il 9 di maggio in Germania è una delle ipotesi ma deciderà la politica, come in Italia. Dobbiamo tornare in campo per due motivi: quello sportivo, col titolo da assegnare, le retrocessioni e i posti per le coppe; e quello economico visto che i diritti tv incidono molto sui ricavi delle società. Stiamo aspettando l’ok dal governo. Il calcio negli ultimi dieci anni ha vissuto ben oltre le proprie possibilità, alzando costantemente i costi. I club si sono assunti tutti i rischi. In un momento come quello attuale, non contano tanto i bilanci, ma il cash” ha dichiarato al Corriere dello Sport, Karl Heinz Rummenigge, amministratore delegato del Bayern Monaco.