“Come ho festeggiato la vittoria contro la Juve? Nessun festeggiamento, solo una grande gioia nell’immediato post-partita per avere messo un altro, importante tassello verso il nostro grande traguardo. Già domenica mattina tutti noi eravamo proiettati alla gara contro l’Udinese. Se possiamo andare in Europa? il nostro obiettivo è sempre stato e rimane la salvezza. Raggiungerla, sarebbe un grande traguardo. Il gol di CR7? Sono sincero: potevo difendere meglio, nonostante Ronaldo abbia dimostrato anche in quell’azione di essere un grande campione. La mia stagione migliore della carriera? No, lo è stata quella dell’anno scorso – ha dichiarato il difensore dell’Hellas Verona, Amir Rrahmani – Se mi manca il gol? Ho avuto tante occasioni per segnare ma non mi è ancora riuscito. Sono convinto che prima o poi arriverà anche il mio momento. In questo gruppo mi trovo bene con tutti, ma se devo fare qualche nome dico Kumbulla, Radunovic e Gunter. Se penso già a Verona-Napoli? Non ho ancora iniziato a pensarci. Sino a giugno sono un calciatore dell’Hellas Verona, sono orgoglioso di giocare in questa squadra e determinato a chiudere al meglio questa stagione. Cosa mi ha insegnato Juric? Tante cose, ma in particolare ad essere concentrato. I tifosi gialloblù? Sono speciali e meritano grande rispetto. Amano questa squadra, la sostengono sempre e sono indiscutibilmente uno dei nostri punti di forza. Con loro vogliamo raggiungere il nostro obiettivo. Il più forte in Italia? Douglas Costa. All’Hellas? Veloso. Che Udinese troveremo? Una squadra forte, un avversario ostico che dobbiamo affrontare con grandissima determinazione. Sarà una partita più difficile di quella contro la Juve”.