“Non so quale squadra troveremo, loro hanno cambiato tanto, forse troppo. Noi però dobbiamo cogliere la prima vittoria, non possiamo rimandare. Pensiamo ad una gara per volta, contro la Fiorentina, ripeto, dobbiamo vincere. La Fiorentina È stata la mia prima squadra italiana. Non vedo l’ora di vedere Corvino. È stato lui a volermi tanto tempo fa. Il direttore ne capisce di calcio – ha dichiarato Romulo a Mediaset Premium – Pensa che quando ho detto sì al Verona, non sapevo che ci fosse un gemellaggio fra le due tifoserie. È una cosa stupenda. Amo Firenze e Verona e i loro tifosi. Città meravigliose, ambienti caldi e appassionati. Sarà una bella sfida. Noi siamo pronti. I nuovi arrivati? Lee è bravo ma ho parlato poco con lui. Conosco di più Kean. Lui è un vero e proprio animale. È forte fisicamente. Tutti qui si danno da fare. Vogliamo salvarci. Pazzini? È il nostro capitano non si discute. Sta lavorando al massimo per trovare la miglior condizione. Sarà la nostra arma in più. Spero di fargli tanti assist, visto che ormai parto lontano e di gol ne faccio pochi – continua il jolly gialloblù – La Fiorentina mi ha portato in Italia, ma è stato il Verona darmi la possibilità di andare la Juve e in nazionale. Non lo dimenticherò mai. Adesso vogliamo questa prima vittoria per conquistare punti importanti per la nostra classifica. Col Napoli ci siamo difesi molto, mentre a Crotone non potevamo fare di più visto anche dei pessime condizioni del campo. Ora questa Fiorentina è alla nostra portata. Dobbiamo vincere”