“Contro il Cagliari non potevamo sbagliare. Una partita che valeva la vita o la morte. Specie dopo la brutta sconfitta di Benevento. Ci dispiace molto della nostra gara di mercoledì al Vigorito. Un successo, quello di oggi contro il Cagliari, che ci rilancia per la lotta salvezza. Noi ci crediamo. Onoreremo sempre questi colori – ha dichiarato Romulo – La contestazione? I tifosi hanno il diritto di protestare, specie dopo la nostra brutta gara di Benevento. Questa settimana ci siamo uniti ed abbiamo tirato fuori l’orgoglio. Una vittoria fondamentale per il nostro campionato. Pecchia oggi in bilico? Abbiamo giocato anche per lui e per Fusco che per noi è ancora il nostro direttore sportivo. Se vuole tornate ci farebbe contenti. Una grande persona che ci manca. Il gesto del dito? Non volevo attaccare nessuno ma ho solo voluto scaricare così tutta la rabbia che avevo dentro”.