“La voglia del Verona di puntare su di me è stata determinante per il mio arrivo all’Hellas. Il calcio insegna che le partite non le può vincere un singolo giocatore, serve quindi unità d’intenti e solidità del gruppo. Darò sempre il massimo per aiutare la squadra. Il mio ruolo? Sono un attaccante esterno. Grosso? Ho trovato un allenatore molto preparato, è un grande comunicatore che non lascia nulla al caso. Mi ha fatto un’ottima impressione. La Serie B è un campionato difficile e nessuno ci regalerà nulla. Campionato a 19 squadre? È una cosa nuova per noi. A livello tecnico vedo favorite Verona, Palermo ed altre squadre. Poi ci sarà qualche sorpresa come ogni anno – ha dichiarato Antonino Ragusa – La vostra è una città bellissima, mi sto innamorando di Verona. Il doppio spareggio Verona-Salernitana? Lo ricordo molto bene. Cosa rappresenta per me l’Hellas? È una grande occasione per la mia carriera. Ai tifosi gialloblù, dopo l’annata passata, dico solo che faremo di tutto per farli riavvicinare alla squadra. Il loro tifo è caldo e ci può solo fare molto comodo”.