“Abbiamo cominciato a festeggiare in quello stadio, dal fischio finale. Bellissimo vincere così, davanti a quel pubblico, con una grande rincorsa e la rimonta sul Cittadella. Ricordo la tranquillità che ci aveva trasmesso Aglietti, non aveva tempo per cambiare tante cose, doveva solo gestire e l’ha fatto bene. Mi dispiace non essere stato a disposizione, ma non era il caso di rischiare“ ha dichiarato a La Gazzetta dello Sport, l’attaccante dell’Hellas Verona, in prestito allo Spezia, Antonino Ragusa, avversario domani sera al Bentegodi del Chievo di Aglietti.