Ultima giornata di Serie A 2014/2015, si giocava Hellas Verona-Juventus. Calcio di rigore per i bianconeri, Tevez sul dischetto pronto a segnare il ventunesimo gol stagionale, utile per il titolo di capocannoniere del campionato. Rafael, allora portiere del Verona, riuscì a ipnotizzare l’Apache. Nell’euforia dei festeggiamenti per il rigore parato, il numero 1 brasiliano imitò l’esultanza di Toni: "L’ho fatto per stimolare Luca, mancavano ancora dei minuti e speravo riuscisse a segnare ancora un altro gol per la classifica marcatori", ha spiegato tempo dopo. Anche grazie alla parata del compagno di squadra, alla fine Toni diventò capocannoniere, a pari merito con Icardi, con 22 gol segnati: all’età di 38 anni è il più anziano nella storia della Serie A ad esserci riuscito. Fonte e foto: calciatori brutti