Quattro anni di squalifica la richiesta della Procura FIGC, oltre a 50.000 euro di ammenda, per Emanuele Calaiò. E due punti di squalifica per la società da scontare nel campionato concluso che, quindi, costringerebbero gli emiliani a ripartire dalla Serie B. La sentenza dovrebbe arrivare tra questo fine settimana e i primi giorni della prossima.