Una lunga fila di auto, di ben 10 chilometri tra Brescia e Desenzano, ha provato a complicare i piani di Urby Emanuelson, al suo primo giorno all’ombra della Torre dei Lamberti. Inutilmente. Perché comunque l’ex giocatore del Diavolo è riuscito a raggiungere Toni e compagni in tempo per il pranzo previsto alle 13. Prima di scendere subito in campo e di iniziare a familiarizzare con il nuovo ambiente. Anche se, a prescindere dall’attività svolta nel pomeriggio al cospetto di mister Delneri, a condizionare l’eventuale tesseramento saranno le visite a cui il giocatore si sottoporrà domani mattina. Alla buon ora tra l’altro, in maniera tale da non perdere l’ultima seduta dell’anno prevista alle 10.30 (porte aperte). Fonte: hellasverona.it