Medaglia di bronzo al Trofeo ‘Beppe Viola – Città di Arco’ per le ragazze della Primavera del Verona Calcio Femminile, nella finale di consolazione hanno avuto la meglio sul Mozzanica. Le gialloblù sono state in grado di condurre l’iniziativa, passando in vantaggio al 32′ del primo tempo con la rete di Pasini, brava a sfruttare un’incertezza difensiva delle bergamasche e a insaccare a porta vuota. In apertura di ripresa arriva il raddoppio: Gobbi apre per Pasini, viene servita Goula che infila in rete il pallone. Poco dopo Pasini si mangia l’opportunità per chiudere definitivamente il match fallendo il tap-in. Poco prima della mezz’ora il Mozzanica riapre la gara con la rete di Salvi, al 38′ arriva il pareggio ad opera di Valesi. Scade il tempo regolamentare, si va ai rigori. Le calciatrici di entrambe le squadre si rivelano infallibili dagli undici metri, si prosegue ad oltranza fino all’ottavo tiro dal dischetto. Prando insacca per il Verona, mentre Marchesi si fa respingere la conclusione da Fenzi che vola dalla parte giusta e regala alla squadra gialloblù la vittoria e il terzo posto nel prestigioso Torneo di Arco.

VERONA CALCIO FEMMINILE-MOZZANICA 10-9 d.c.r. (2-2)

Marcatori: 32′ pt Pasini,5′ st Goula, 27′ st Salvi, 38′ st Valesi.

Sequenza rigori: Ambrosi (V) gol, Martella (M) gol, Meneghini (V) gol, Valesi (M) gol, Soffia (V) gol, Salvi (M) gol, Zanoni (V) gol, Baldi (M) gol, Pavana (V) gol, Verzelletti (M) gol, Pasini (V) gol, Magni (M) gol, Prando (V) gol, Marchesi (M) parato.

VERONA CALCIO FEMMINILE: Fenzi, Dal Barco (22′ pt Gobbi; 18′ st Ambrosi), Soffia, Meneghini, Pavana, Goula, Zanoni, Nichele (33′ st Franco), Zangari (31′ st Prando), Poli (15′ st Osetta), Pasini.
A disposizione: Forcinella, Mizzon.
All.: Padovani.

MOZZANICA: Resmini (33′ st Giroletti), Macchi (18′ st Belussi), Magni, Salvi, Verzelletti, Marchesi, Zanetti (24′ st Bonzi), Martella, Mandelli (10′ st Campana), Valesi, Baldi.
A disposizione: Pellegrinelli, Edoci.
All.: Zafferi.

Arbitro: Mahili di Arco-Riva.
Assistenti: Giannone e Gomes di Arco-Riva.

fonte: hellasverona.it