Alla Dacia Arena, si spengono i sogni della squadra capitanata da Danzi. La Primavera di Antonio Porta perde 2-1 la gara di ritorno dei playout e saluta così il campionato Primavera 1. Dopo la Prima Squadra, un’altra retrocessione si registra quest’anno per la società di Setti. L’anno prossimo i baby scaligeri giocheranno nel campionato Primavera 2. Contro l’Udinese, l’Hellas Verona parte forte con Buxton che dopo solo 1’11’ impegna il portiere Borsellini che si salva in calcio d’angolo. Al 10’ destro da fuori area di Tupta che esce di poco, Udinese che replica subito dopo con Djoulou, ma sono i bianconeri a passare in vantaggio al 12’ grazie alla rete di Filipiak che non dà scampo a Borghetto. Ci prova Buxton al 36’ con l’Udinese che si salva, squadra di Giacomin che al 38’ raddoppia grazie alla decisione del direttore di gara che decreta un rigore a dir poco dubbio per l’Udinese, trasformato da Varesanovic che spiazza Borghetto. Primo tempo che si chiude 2-1 grazie alla rete di Tupta al 43’ e con l’espulsione di Djoulou in chiusura della prima frazione di gioco. Forte della superiorità numerica, l’Hellas Verona chiude nella propria metà campo l’Udinese ed al 15’ ci prova senza fortuna dalla distanza con Cherubin, mentre tre minuti dopo primo cambio per i gialloblù di Porta, con Felippe al posto di Buxton. I padroni di casa non lasciano però spazi ai gialloblù che al 26’ effettuano il secondo cambio, con Saveljevs che lascia spazio ad Aloisi. Al 31’ terza ed ultima sostituzione per l’Hellas Verona, con Sane al posto di Amayah, Udinese che al 38’ conquista un calcio d’angolo sulla conclusione di Varesanovic e sugli sviluppi colpo di testa a lato di poco di Vasko. L’Hellas Verona ci prova invano ma è ancora l’Udinese a rendersi pericolosa con la conclusione dalla distanza di Battistella al 48’. Ultima occasione prima del triplice fischio finale che sancisce la salvezza dell’Udinese.