È del Chievo di D’Anna il derby Primavera. A Caselle, davanti al ds Fusco, l’Hellas Verona di Porta si arrende 4-1 davanti a Vignato e compagni. Gialloblù che passano subito in vantaggio dopo appena 1’ di gioco con un gran gol di Tupta che da fuori area manda il pallone sotto il sette alla sinistra di Pavoni. Hellas Verona che ci prova anche al 10’ col piatto da fuori area di Calvano. Ma è il Chievo a trovare il pareggio al 20’ con Isufaj che riesce al terzo tentativo, di testa, a superare Borghetto. Quattro minuti dopo Calvano perde palla in mezzo al campo, ne approfitta Vignato per superare facilmente l’estremo difensore gialloblù e portare sul 2-1 il derby. Al 32’ Leris colpisce la traversa e al 34’, Borghetto si supera sul diagonale di Vignato. Un minuto dopo rigore per il Chievo per mani di Righetti, dagli undici metri si presenta Isufaj che batte Borghetto e sigla la doppietta personale, prima frazione di gioco che termina 3-1. La ripresa si apre con l’infortunio dell’attaccante Lucas, Hellas Verona che all’8’ subisce la quarta rete dal Chievo per il fallo in area di Borghetto su Vignato, con Rabbas che dal dischetto non dà scampo al portiere gialloblù. Ci prova Stefanec dalla distanza senza impensierire però Pavoni. L’Hellas Verona non riesce più ad impensierire Pavoni e per il Chievo è facile confermare la superiorità fino al 90’. Chievo (4-3-3): Pavoni; Pogliano, Sbampato, Haukioja, Pavlev; Rabbas, Di Masi (dal 38′ Gianola), Vignato (dal 13′ st Bertagnoli); Liberal, Isufaj (dal 26′ st Rivi), Leris. A disposizione: Zanchetta, Kaleba, Bran, Costa, Omayer, Pedroni, Dafovski. All.: D’Anna. Hellas Verona (4-3-1-2): Borghetto; Nigretti, Baniya, Righetti, Corradini; Dentale (dal 16′ st Fiumicetti), Danzi, Calvano (dal 1′ st AmayaH); Stefanec; Felippe (dal 6′ st Saveljevs), Tupta. A disposizione: Bianchi, Galazzini, Tedesco, Peretti, Numerato, Cherubin, Toccafondi, Aloisi, Ansah. All.: Porta. Arbitro: Davide Andreini (Sezione AIA Forlì)
Assistenti: Antonio Vono (Sez. AIA Soverato) e Massimo Salvalaglio (Sez. AIA Legnano) NOTE. Ammoniti: Baniya, Righetti, Borghetto, Di Masi, Danzi.