Dopo 32 giornate della Serie A TIM 2020/21 Ivan Ilić si conferma in vetta alla classifica del Premio ‘Sante Begali’, il riconoscimento dedicato alla memoria del grande ex gialloblù, a lungo capitano del Verona tra il 1949 e il 1962, scomparso nel 2008 e ricordato per la grande correttezza in campo. Il ‘Begali’, giunto alla dodicesima edizione, al termine della stagione verrà assegnato al calciatore gialloblù più corretto in rapporto ai minuti giocati. Il centrocampista serbo non ha finora collezionato alcuna ammonizione in 1352 minuti sin qui disputati e, di conseguenza, rimane al comando della classifica provvisoria. Il secondo e terzo piazzamento sono invertiti rispetto al precedente aggiornamento di classifica: Miguel Veloso sale in seconda posizione, con una ammonizione in 1282 minuti di gioco, mentre Koray Günter si piazza sul gradino più basso del podio con due ‘gialli’ collezionati in 1386 minuti. Al quarto posto troviamo Darko Lazović con 3 ammonizioni ricevute in 1966 minuti disputati: una ogni 655 giri di orologio. Infine, la quinta posizione è occupata dal giovane attaccante Ebrima Colley, con una ammonizione in 650 minuti sin qui disputati

‘PREMIO SANTE BEGALI’ 2020/21 – LA CLASSIFICA
1 – Ilić
2 – Veloso
3 – Günter
4 – Lazovic
5 – Colley

‘PREMIO SANTE BEGALI’ – ALBO D’ORO
2009/10 Pensalfini
2010/11 Rafael
2011/12 Rafael
2012/13 Sgrigna
2013/14 Agostini
2014/15 Benussi
2015/16 Siligardi
2016/17 Bessa
2017/18 Romulo
2018/19 Di Carmine
2019/20 Silvestri

Ha la possibilità di aggiudicarsi il premio il giocatore che:
– non ha vinto nelle stagioni precedenti
– ha giocato almeno la metà delle partite
– non è mai stato espulso (espulsione diretta – concorre invece chi è stato espulso per somma di ammonizioni)
– è stato uno dei primi 5 in classifica finale a ricevere meno ammonizioni in rapporto ai minuti giocati. Fonte: hellasverona.it