All’Hellas Verona di Massimo Pavanel non riesce l’impresa in casa del Torino. Si ferma dagli undici metri il sogno playoff per Tupta e compagni. Nonostante un primo tempo dominato e chiuso meritatamente in vantaggio, sono i granata a festeggiare il passaggio del turno. Dopo soli 30” pericolo per la porta scaligera con Tobaldo che a tu per tu con Tosi grazia il Verona. Ma è l’Hellas a fare la partita: al 6′ Tupta da comoda posizione non trova il vantaggio e due minuti dopo è Hoxha a non riuscire a dare la giusta potenza al pallone, occasione che si perde così sul fondo. Il gol però è nell’aria e arriva al 27′: lancio dalle retrovie di Casale, controllo e conclusione in diagonale di Buxton che non dà scampo al portiere del Torino. Si va negli spogliatoi con il vantaggio di misura dell’Hellas Verona, ma nella ripresa cambia la musica. Tofanari al 17′ va vicino al pareggio e sugli sviluppi del calcio d’angolo, è De Luca di testa al 18′ a trovare l’1-1. Tutto da rifare per la squadra di Pavanel. Al 23′ ci prova Badan di destro da fuori area, conclusione a lato di poco, replica granata al 76′ con D’Alena che ci prova dalla distanza. Tosi al 78′ chiude in angolo il tentativo della squadra di Coppitelli, ma il portiere gialloblù un minuto dopo respinge male la conclusione dalla distanza di e De Luca è il più lesto di tutti a ribattere in rete la corta respinta e siglare così la sua doppietta personale. Doccia gelida per l’Hellas Verona di Pavanel che ha la forza di reagire e di trovare il pareggio al 46′ grazie a bomber Tupta che in pieno recupero trova il 2-2 e manda le due squadre ai supplementari. Lubomir Tupta è ancora protagonista al 4′ del primo tempo supplementare, attaccante slovacco che va in rete al 10′ ma viene annullata per fuorigioco. All’11’ Aloisi di tacco trova attento l’estremo difensore granata, secondo supplementare che vede il Torino pericoloso al 12′ col tiro della distanza che impegna Tosi e un minuto dopo D’Alena stampa il pallone sulla traversa. Si va ai calci di rigore. Dagli undici metri. I rigoristi sono Tupta, Stefanec, Casale, Kumbulla e Danzi. Dagli undici metri l’Hellas Verona sbaglia il primo penalty con Tupta e con Stefanec il secondo. La strada per il Torino è spianata, inutile la rete di Casale. Termina 6-3 dopo i calci di rigore. È la squadra granata a passare al secondo turno dei playoff, quando sabato affronterà la vincente tra Sampdoria e Empoli. Grazie comunque ragazzi, Verona è orgogliosa di voi!