In una partita non spigolosa nonostante i sei cartellini gialli, al 28’ del primo tempo è il Verona a reclamare un rigore: sulla punizione di Lee, infatti, le gambe di Gyomber e Dawidowicz si allacciano. Il contatto c’è, ci starebbe anche il rigore: Di Martino, però, ammonisce il difensore polacco dell’Hellas. Stesso trattamento, nella seconda parte della ripresa, per il perugino Kingsley, che però cade da solo in area: viene ammonito per simulazione. Fonte: hellasverona.it