Nell’ultimo minuto dei tre concessi di recupero dall’arbitro Manganiello, episodio più che dubbio con protagonista Pessina. Il centrocampista gialloblù viene atterrato da Calabria. Dal fermo immagine pubblicato pare evidente che l’infrazione sia stata commessa in area al difensore rossonero, che è stato poi espulso. Per il direttore di gara però non c’erano gli estremi per il calcio di rigore, nemmeno per consultare il VAR. Perché?