“L’Hellas Verona a Benevento dovrà dimostrare di saper fare quanto non gli è mai riuscito finora: dare continuità ad una vittoria ottenendo un nuovo risultato positivo. Già in precedenza l’Hellas, dopo aver acceso la fiducia, si è perso. Il caso più evidente è stato il 4-0 subito a Udine la settimana successiva il 3-0 rifilato al Milan. Se andrà a Benevento con un atteggiamento timido, la vedo dura. Non parlo di un vero arrogante, ma convinto dei propri mezzi, e che non rinunci mai a giocare. E serve tanta attenzione, perché di fronte avrà una squadra in forma – ha dichiarato il doppio ex, Nico Penzo, a La Gazzetta dello Sport – Assenze più pesanti quelle di Romulo e Valoti o Viola e Sandro? Contano molto sia le une che le altre, ma per l’Hellas sarà difficile rinunciare a un giocatore come Valoti, carico dopo la doppietta con il Torino, e a un contropiedista qual è Romulo. Chi la decide Benevento-Verona? Brignola e Kean. Se per il Benevento la salvezza sarebbe un miracolo, per il Verona? La prossima gara darà indicazioni più precise. Con il Torino i segnali sono stati ottimi, e non soltanto per il risultato. Aggressivo, compatto, pronto a ribaltare l’azione con efficacia: questo è il Verona che si merita la Serie A. Benevento sarà una prova di maturità”.