“Abbiamo analizzato la sconfitta del Bentegodi contro lo Spezia, un’occasione importante che non siamo riusciti a sfruttare per più motivi. La delusione era tanta dopo la partita. Il margine ora si riduce sempre di più e non possiamo fare altro che spingere sull’acceleratore. Il ritiro? Stare insieme qualche giorno in più ci può servire. In questo momento ci può dare una mano. Faccia a faccia a fine gara? Io non parlo mai dopo la partita. Vogliamo con forza riprendere il nostro cammino ed abbiamo la forza per farlo. Siamo tutti incazzati. Il nuovo modulo? Anche senza giocare con la difesa a quattro avevamo un buon equilibrio – ha dichiarato Fabio Pecchia – Campionato ancora aperto? I tifosi li dobbiamo convincere solo con le prestazioni. Il clima nello spogliatoio? Con lo Spezia siamo inciampati, la squadra deve vivere le partite con più determinazione e voglia. Tradito da qualche giocatore? È una parola troppo forte. Abbiamo fatto una brutta prestazione, tutto qua. Non mi sento tradito da nessuno. Romulo? È una questione di squadra non di un singolo individuo. Lui mi può dare di più rispetto ad altri – continua Pecchia – Fossati? Nell’ultimo periodo abbiamo trovato un certo equilibrio senza Marco. Lavoro alla grande e ci darà ancora il suo contributo. La partita di Novara? Sono il primo che lunedì vuole vedere qualcosa di diverso. Gli arbitri? Non ne parlo e non ne voglio parlare. Setti? È incazzato. Souprayen? È un giocatore importante che sta facendo bene”.