“A Genova ho visto una squadra con grande orgoglio che ha cercato di fare risultato. C’è grande dispiacere. Nelle ultime gare ho sempre visto comunque una squadra viva. Non ho nulla da rimprovera ai miei – ha dichiarato Pecchia – Mancanza di un attaccante? Perdere Kean per tre mesi ha pesato. È un dato oggettivo e lo abbiamo pagato caro. Per vincere bisogna segnare e nelle ultime partite non siamo riusciti a trovare alternative. In questo momento provo orgoglio, forza ed un po’ di dispiacere. L’obiettivo adesso si è allontanato e complicato. Ma io continuo a fare il professionista. Adesso non dobbiamo fare calcoli e pensare già alla prossima partita. E fino a che la matematica non ci condanna…”