“Quest’anno abbiamo preso diversi pugni e quello di Udine è quello che fa più male perché venivamo da un buon periodo, una partita da mettere subito da parte. Una gara sbagliata, ma non è nulla di grave. Contro la Juventus devo in primis pensare alla mia squadra, servirà sicuramente una partita di coraggio, di cuore. Vogliamo emozionare i nostri tifosi ma tutto dipenderà dal nostro modo di essere in campo. Mi aspetto dai miei una prestazione al massimo delle nostre potenzialità, fisiche e mentali. Contro la Juventus ultima in gialloblù di Pazzini e Caceres? Domani sarà l’ultima partita del 2017”.