“A 45 anni è la prima volta che mi fermo dopo una carriera tutta d’un fiato. A Verona è stata un’esperienza forte, impegnativa. Eravamo primi e siamo saliti in A tra i fischi, prova che l’ambiente non era sereno. Poi il presidente ha chiesto un mercato a zero per salvare i conti e col ds Filippo Fusco ho condiviso un progetto in economia – ha dichiarato l’ex allenatore dell’Hellas Verona, Fabio Pecchia, a La Gazzetta dello Sport – Il finale è stato amaro, ma al contrario di Bari e Cesena, il Verona c’è ancora e non ha debiti. L’infortunio di Kean? Peccato, poteva arrivare a 10 gol. Ho visto crescere un bel talento. Se crede in se stesso, nulla gli è vietato”.