“C’è poco da dire. Abbiamo fatto la nostra prestazione in un ambiente di festa. Ci abbiamo provato fino all’ultimo ma alla fine ha festeggiato la Juventus. Se è stata la mia ultima partita col Verona? Oggi chiudiamo l’attività sportiva e nei prossimi giorni chi di dovere parlerà. Devo ancora confrontarmi con Setti. Sono stati 20 mesi straordinari, molto formativi per me, con tante belle cose mi spiace per come è andata. Il mio rimpianto più grande? Non aver raggiunto l’obiettivo. C’è grande dispiacere per questo. Era complicato raggiungerlo ma non impossibile. Danzi? Andrea è un patrimonio del club. Buffon? Rappresenta la storia del calcio italiano ed è l’emblema della Juventus. Il mio futuro? Non lo so, adesso vado a casa e poi vediamo cosa accadrà”. Queste le dichiarazioni di Fabio Pecchia dopo Juventus-Hellas Verona 2-1.