“Sono senza parole perché quest’anno ho sofferto tanto e una gioia così, per me, è davvero importante. Ho trovato poco spazio, oggi sono riuscito a dare una mano alla squadra, ho segnato e siamo riusciti a fare un’incredibile rimonta: sono contento. I compagni sanno che se sono in campo i rigori li batto io, dunque sono stati loro a portarmi il pallone sul dischetto. Il gruppo è sano, c’è fame e voglia di vincere. Il primo tempo non è stato alla nostra altezza e siamo stati puniti da una grande squadra, ma siamo stati bravi a recuperare – ha dichiarato Pazzini a dazn – Tutti spingiamo dalla stessa parte per il bene del Verona: questo gol è dedicato a mia moglie e mio figlio che quest’anno compieranno gli anni, voglio dare tutto per loro. Ho fatto un piccolo intervento al ginocchio in estate perché volevo fare una grande annata in Serie A, non ho mai mollato e mai mollerò: io sono qui, pronto a dare una mano alla squadra. Oggi c’è grande soddisfazione in vista del futuro".