“Dopo diversi anni torniamo a giocare insieme. Ho sentito i commenti. L’importante è che sia chiara una cosa: nel Verona non contano i singoli, conta l’identità della squadra. È quella che farà la differenza. Qualcuno guardando i nuovi arrivati può addirittura immaginare obiettivi più importanti che la semplice salvezza per il Verona. Noi dobbiamo restare con i piedi per terra. Quanti assist mi aspetto da Cassano? Me ne aspetto tanti. Con la qualità che ha, può inventare sempre qualcosa di bello. Come abbiamo festeggiato il suo compleanno? Con tante ore di allenamento. Ci sarà tempo per festeggiare – ha dichiarato Pazzini a La Gazzetta dello Sport – La Serie A ha un gusto speciale. È bello tornarci. Giocatori del valore di Cassano e Cerci porteranno qualità ed esperienza. Stiamo parlando di uomini di valore Che, magari, hanno attraversato un momento non facile della loro carriera. Ma hanno classe e orgoglio. Proprio quello che serve al nostro Verona”.