“Quando un giocatore salta due o tre allenamenti durante la settimana per infortunio o problemi familiari difficilmente giocherà perché abbiamo alternative in diversi ruoli. Il caso delle nazionali è diverso, altrimenti diventa una punizione. Si sono allenati, qualcuno giocherà qualcun altro no ma non per il discorso Nazionali. Novità societarie? Per noi non cambia nulla. Ho letto questa mattina e basta, noi ci concentriamo sulla partita, non diamo tanta attenzione a cosa succede. Pensiamo solo a preparare al meglio la partita. Se le novità possano avere ricadute? Non credo assolutamente. Non ci interessa. Questo non cambia la nostra preparazione in vista della partita. Da anni è nell’aria e a noi non cambia nulla. Non ho sentito Zamparini e non so se ci saranno novità – ha dichiarato Stellone alla vigilia di Hellas Verona-Palermo – Assenza tifosi Verona ci può favorire? A noi non cambia nulla. Davanti al proprio pubblico quando le cose vanno bene fa bene quando vanno male può essere deleterio. Noi dobbiamo continuare così, sappiamo che incontriamo una squadra che ha fatto 5 punti nelle ultime 7 partite ed è in crisi ma non dobbiamo adagiarci perché hanno una squadra forte. Per loro può essere la partita della svolta perché giocano con la prima in classifica e noi non dobbiamo mollare. Domani andremo in campo con la mentalità di vincere. La squadra può cambiare in base a come giocherà il Verona. Al di là del modulo cercheremo di vincere dal 1’. Le assenze della squadra di Grosso? Giocheranno in 11. Struna è indisponibile e valuteremo in questi giorni la sua condizione. Non ci saranno nemmeno Ingegneri e Lo Faso. Saranno in 23 convocati, ma in 11 giocheranno titolari”.