La vostra passione e il vostro amore mi hanno preso il cuore.

Sinceramente non so neanche da dove iniziare a scrivere questo messaggio, ma parto dall’inizio dell’estate 2007, quando sono arrivato a Verona per la sfida più difficile della mia vita. Da subito ho capito che ci voleva tanto lavoro, passione, determinazione e anche fortuna. Così, allenamento dopo allenamento, partita dopo partita, sconfitta dopo sconfitta, sono iniziate le vittorie e, quattro anni dopo, la promozione in Serie B. Indimenticabile, che festa…

Senza limiti ho continuato a lavorare e due anni dopo l’altro obiettivo che sognavo da bambino: la Serie A! Una sfida vinta insieme a tutti voi tifosi che da sempre sostenete con passione e amore questi colori che soltanto chi entra in campo con la maglia dell’Hellas Verona può capire.

314 partite giocate con il gialloblù addosso, un sogno se penso a quando ero bambino, ed è stato qualcosa di speciale sentire la vostra grinta, i vostri cori, la vostra spinta. Sarà qualcosa di indimenticabile, grazie di cuore. Per questo ci tengo a ringraziare tutti voi tifosi gialloblù per avermi fatto sentire uno di casa, in ogni momento, che sia stato bello o brutto, dico grazie a tutti i presidenti, i direttori, gli allenatori, lo staff e tutte le persone che in quasi 9 anni nell’Hellas e mi hanno aiutato. Magazzinieri, fisioterapisti, segretarie, autisti, tutti tutti.

E la città intera.

BUTEI, è arrivato il momento più difficile, quello di partire per una nuova avventura. La vita è così, nuove sfide, nuovi stimoli e ho accettato questo cambiamento.

Ma ovunque andrò i colori gialloblù li porterò con me, nel profondo del mio cuore.

FORZA HELLAS!

Arrivederci

RAFAEL

Questa la dedica dell’ex portiere gialloblù a tutti i tifosi dell’Hellas Verona pubblicata su L’Arena