Altri tre mesi di inibizione ed una nuova salatissima multa di 20.000 euro che porta il totale a 40.000 al patron Cosmo Antonio Giancaspro per controlli Covisoc impediti. Come non bastasse, lo stadio San Nicola è inoltre a secco dopo il taglio dell’acqua (da venerdì, ndr) per morosità disposto dall’Acquedotto Pugliese. Non c’è pace per il Bari che sabato prossimo nel corso dell’assemblea straordinaria dovrà ricostruire il capitale sociale azzerato.