“I ragazzi stanno prendendo fiducia. Crescono e si impegnano. Abbiamo fatto un passo in avanti a Salerno, ora dobbiamo prendere punti, anche inaspettati. Abbiamo qualche problema ma siamo pronti a giocarcela”. Che partita aspettarsi? “Il Verona, se lo lasci giocare, palleggia benissimo. Rischieresti di non toccare palla per un bel po’. Dobbiamo provarci, riconoscere il momento di andare forte e di restar dietro”. Potrebbe anche esserci spazio per Dragomir rientrato dalla Romania dopo il funerale del nonno scomparso: “È andato via prima di Salerno per un problema di famiglia. Si è voluto allenare al suo ritorno, dimostrando maturità e voglia di emergere anche nelle situazioni difficili. È pronto per giocare” – si legge su umbriadomani.it – Il match del Bentegodi è lo scontro tra due campioni del mondo, Nesta e Grosso: “Fabio è un amico a cui mi legano bellissimi ricordi. Fa piacere giocarci contro ma in campo non ci sono fratelli o parenti”. Samuel Di Carmine incontrerà per la prima volta da avversario la squadra che lo ha lanciato: “In area è fortissimo, ne conosciamo le caratteristiche. Lui e Pazzini sono due attaccanti che portano a casa tanti gol”. Un pensiero sul caos che sta coinvolgendo il campionato di B: “Non ci crea problemi e non ne abbiamo parlato. Dobbiamo solo giocare, poi quando ci avvertiranno ci adegueremo. Basta ci facciano sapere qualcosa”.