La società di via Belgio non farà ricorso dopo la decisione del Giudice sportivo di infliggere 3.000 euro di ammenda al club gialloblù – per avere suoi sostenitori, al 30° del primo tempo, intonato, per un breve lasso di tempo, un coro insultante nei confronti della tifoseria avversaria – in occasione dell’esordio casalingo in campionato al Bentegodi contro il Palermo.