Sorprende, in negativo, la prestazione dell’arbitro Chiffi in Milan- Verona. Una gestione, la sua, che vive di alti e bassi. Al 68’, dopo aver assegnato solo una punizione sul contrasto Amrabat-Castillejo, torna giustamente sui suoi passi una volta mandato al monitor dal Var Valeri: l’intervento a gamba alta del marocchino sullo spagnolo merita il rosso diretto. All’85’ brutta entrata da dietro di Theo Hernandez su Pessina che non viene sanzionata con il secondo giallo. Ma al 91’ il cortocircuito è totale: Borini va giù in area dopo un contrasto di Calhanoglu. Il veronese non protesta, Chiffi giudica tutto regolare, il Var non interviene. Ma le immagini parlano chiaro: quello del turco è un pestone duro e deciso dentro l’area. E quello non dato dall’arbitro era un rigore per l’Hellas. Fonte: La Gazzetta dello Sport. Foto Sky Sport