“Ho tanti, ma tanti ricordi che mi legano a Verona ed all’Hellas. Mi sono innamorato dei tifosi gialloblù e dello stadio Bentegodi quando giocavo a Piacenza. Avevo anche altre offerte, ma decisi di venire a Verona. Una società e colori a cui sono molto legato. Ho voluto fortemente, da sempre, rimanere a Verona. L’incontro con Ancelotti a Napoli? È stato un momento molto bello. Con lui ho avuto un rapporto intenso e stupendo, una persona squisita Ancelotti, primo grande allenatore che ho avuto ai tempi della Reggiana. Lo rivedo sempre con grande piacere, c’è stima reciproca e sono contento di averlo rivisto a Napoli e di averlo ritrovato su una panchina in Italia – ha dichiarato Sandro Mazzola a Hellas Channel – Nella mia esperienza a Verona, sono passati tanti presidenti ed allenatori, ma io ho la fortuna di essere sempre rimasto all’Hellas. Il passaggio da calciatore a team manager? A volte mi sembra di essere ancora un giocatore (sorride, ndr) vivendo il campo coi ragazzi quotidianamente. Un ruolo comunque bello, complicato ma entusiasmante”.