I club di Serie A hanno trovato l’intesa sulla divisione dei proventi televisivi. La delibera votata ieri è valida solo per la stagione in corso. La grande novità è rappresentata dal raddoppio del paracadute per chi retrocede in Serie B. Da 30 milioni a 60, ripartito in base all’anzianità di categoria: 25 milioni per chi ha militato in A per 3 stagioni nelle ultime 4, 15 milioni in caso di 2 stagioni in A nelle ultime 3 e 10 milioni con un anno su 3 nella massima categoria.

Se avanza qualcosa, come riporta La Gazzetta dello Sport, la squadra retrocessa con almeno 3 anni di anzianità in A potrà incassare il residuo in caso di permanenza in B nella seconda stagione.