“Sono molto felice. Verona è una bellissima piazza e per Simone Andrea è una grande possibilità per dimostrare il suo valore e confermare quanto di buono ha fatto negli ultimi due anni a Como – ha dichiarato Maurizio Ganz a Hellas Live – L’Hellas è stato costruito per salire e può vantare grandi giocatori in rosa come Pazzini. Il ruolo di Simone Andrea? Col 4-3-3 di Pecchia, l’allenatore dovrà fare le sue scelte. Simone Andrea ha giocato sia da punta centrale che da esterno, sono sicuro che si metterà a completa disposizione di allenatore e compagni, da grande professionista qual è – spiega papà Maurizio – Rispetto a me o Inzaghi, il modo di giocare di Simone Andrea è diverso, noi pensavamo solo ad attaccare e aiutavamo poco la squadra. Lui invece è un giocatore moderno, tatticamente e fisicamente più forte di me anche se siamo alti uguali. La cosa che ci accomuna è sicuramente il fiuto del gol, il timbro della famiglia Ganz – racconta l’ex bomber a Hellas Live – Se seguirò l’Hellas quest’anno? Ho la fortuna di allenare la Bustese in serie D e giocando la domenica, sarò sempre presente al Bentegodi e perché no, anche in trasferta quando avrò la possibilità. Il contratto con la Juventus? Ha firmato per 4 anni e la società bianconera col prestito al Verona avrà modo di valutarlo. L’Hellas per Simone Andrea è l’ambiente ideale per esprirmersi al 100%. Non appena i procuratori Lippi e Pennacchi ci hanno presentato la possibilità di vestire la maglia gialloblù, abbiamo subito accettato questa grande e affascinante sfida, declinando subito tutte le altre offerte”.