“Avevo iniziato nelle giovanili del Vicenza, dove per cinque anni sono stato all’interno della società. Dopo questo percorso, nel 2017 il Verona mi ha offerto questo posto e ho accettato. Quali obiettivi ci poniamo? Non ci sono obiettivi da perseguire: l’importante è lavorare al massimo e fare il possibile per far crescere i nostri ragazzi, mettergli a disposizione quello di cui hanno bisogno per raggiungere i loro sogni. Dobbiamo dargli la possibilità di arrivare fino in fondo e diventare giocatori di Serie A. Io e tutti i responsabili del settore giovanile, coadiuvati dai preparatori atletici, cerchiamo di dare delle linee guida in base alle nostre possibilità, per dare il massimo ai nostri ragazzi. Ogni squadra poi ha situazioni diverse e cerca di ottenere il massimo dalle proprie possibilità. Ovviamente dobbiamo adattarci ai giocatori e ai mezzi che abbiamo, quindi il lavoro di ogni singolo gruppo ha delle caratteristiche e delle peculiarità diverse. Sono molto contento del lavoro che faccio e la società ne è soddisfatta e questo aiuta a lavorare in un ambiente del genere. Io cerco di fare il massimo sul base delle mie competenze e conoscenze, cercando di esprimere il meglio. Stiamo cercando di far crescere buoni giocatori che arrivino in prima squadra e l’obiettivo sta venendo raggiunto, visto che ci sono diversi ragazzi che in questi anni hanno raggiunto la Serie A, facendo parte del gruppo prima squadra. Questo è un ottimo risultato e spero che in questi anni tanti altri ragazzi avranno la possibilità di calcare i palcoscenici di Serie A” ha dichiarato a La Giovane Italia, il Responsabile del Settore Giovanile dell’Hellas Verona, Massimo Margiotta.