L’appuntamento è fissato per le ore 18 nello studio del notaio Fabio Vaini in corso Vittorio Emanuele, dove l’assemblea dei soci sarà chiamata a rinnovare il cda e ad accogliere la proposta irrevocabile di aumento di capitale per 623.000 euro che verranno versati nei giorni successivi dalla Fiduciaria Emiliana di Reggio Emilia, attraverso la quale opera l’attuale presidente del Verona Maurizio Setti – si legge su La Gazzetta di Mantova – Nell’assemblea odierna dovrebbe anche essere nominato il nuovo cda. Il commerciante di auto Ettore Masiello diventerebbe presidente, l’ottavo negli ultimi cinque anni dopo Bompieri, Lodi, Esposito, Di Matteo, Musso, De Sanctis e Bortolini, che lascerebbe l’incarico. Il cda dovrebbe passare da tre a 5 componenti, con la conferma di Ferrari come vicepresidente, l’ingresso di Strafinger in rappresentanza di Dana e la nomina di altri due consiglieri che facciano riferimento a Setti. Una volta ufficializzato il nuovo corso, si passerà finalmente a parlare di calcio. L’auspicio è che Setti spieghi in prima persona il suo progetto. Quindi il ds in pectore Emanuele Righi e l’allenatore designato Massimo Morgia potranno uscire dall’ombra e presentarsi ai tifosi biancorossi. Annunciando nel contempo i nuovi acquisti, dato che in Viale Te tutti ormai parlano di una «squadra in pratica già fatta» in gran segreto per puntare dritti alla serie C.