“La prova di Fernandinho? Ha fatto bene, ha qualità e oggi ha sfruttato l’occasione che in passato non sempre si è verificata. Le parole di Setti? Il presidente ci ha fatto visita prima di pranzo e ci ha confermato che la società non è in vendita – spiega Mandorlini – Siamo a due punti dal Milan? Speriamo di prenderli. Di obiettivi a due giornate dal termine del campionato ce ne sono ancora, come quello di superare i 100 punti in due anni e di far vincere la classifica capocannonieri a Toni. Bigon a Verona? Non ne so nulla”