Le dichiarazioni dell’allenatore dell’Hellas Verona alla vigilia della settima stracittadina in Serie A.

“Il Chievo? Ha una gran classifica meritata e gli faccio i complimenti. La partita di domani? Vincere è la medicina migliore e ci proveremo. Con che schema scenderemo in campo? Indipendentemente dai moduli voglio una squadra attenta per 90′ dal punto di vista nervoso. Noi dobbiamo solo pensare a fare la nostra partita. Se è giusto guardare la classifica? Farlo non mi fa paura, deve essere uno stimolo per migliorarla. Il mio quinto derby su questa panchina? Per quello che dice la storia il Verona parte favorito ma per come si è messa la classifica in questo momento il Chievo è in vantaggio. Quindi nei derby non c’è chi parte favorito. Noi ne abbiamo persi due, pareggiato uno e vinto uno ma in classifica siamo sempre arrivati davanti. Se vale di più la rosa del Chievo o quella del Verona? Io sono contento di quella mia, mi soddisfa. Anche se in questo momento non ho tirato ancora fuori il meglio da questi miei giocatori. Non siamo secondi a nessuno. Perché domani al Bentegodi non ci sarà il pubblico delle grandi occasioni? Non lo so. Ma in generale quando il Chievo gioca in casa questi grandi pienoni non li ho mai visti”