“Marquez è stato un mio errore. Gli acquisti di Pazzini e Viviani? L’esonero in ritardo di Mandorlini? Andrea parlò subito chiaro a Giampaolo dicendo che l’Hellas anche quest’anno avrebbe giocato ad una punta. Peccato non esserci riusciti. La società è stata brava a muoversi per tempo. – ha dichiarato Setti – Federico quando è arrivato a Verona non aveva un problema di pubalgia. Aggiungo io Romulo, solo 20′ con la Roma e poi è sparito. Mandorlini? È vero, forse era da mandare via prima – annota Setti – Verona è una piazza da brividi ed in caso di Serie B costruiremo una squadra per salire subito. Nutro sempre la stessa fiducia in Gardini e Bigon”.