“Atalanta-Hellas Verona? Mi legano grandi ricordi a queste due società. Ho trascorso anni importanti, due tifoserie che si assomigliano molto per la passione e l’attaccamento verso la squadra. In questi giorni mi trovo in Croazia per visionare alcune partite, altrimenti domani sarei andato a Bergamo a vedere quella che penso sarà una partita bella ed interessante. Si affronteranno due squadre che giocano a calcio, a viso aperto – ha dichiarato Andrea Mandorlini a Hellas Live – Attacco più prolifico contro la terza miglior difesa del campionato? Sono numeri importanti per entrambe le squadre ed anche per questo motivo, domani mi aspetto una bella partita. L’aspetto difensivo alla lunga fa sempre la differenza. Juric? Gli vanno fatti i complimenti per quanto ha fatto sino ad oggi. Ha portato a Verona giocatori con cui ho lavorato anch’io, come Veloso e Lazovic. Un plauso va fatto anche alla società per come si è mossa sul mercato. Amrabat? Ne parlano tutti. Un giocatore solido, di forza, che dà grande equilibrio alla squadra. Pazzini? Giampaolo l’ho fatto esordire e dopo anni l’ho ritrovato a Verona. È un grande professionista, si fa sempre trovare pronto quando viene chiamato in causa e la carriera che ha fatto parla per lui. Lo ritengo una figura molto importante per lo spogliatoio”