”Il titolo del 1985 ha fatto da traino fino a un certo punto perché il pallone a Verona rappresenta una religione da sempre. Seguo ancora con affetto davanti alla tv Hellas e Chievo. Una mia presenza al Bentegodi alimenterebbe voci e non farebbe lavorare tranquilli i miei colleghi”. Queste le dichiarazioni di Alberto Malesani a La Gazzetta dello Sport